Bando Sisma Regione Marche: contributi per investimenti nei comuni colpiti

Bando Regione Marche

Bando Sisma Regione Marche: contributi per investimenti nei comuni colpiti

E’ uscito il Bando sisma per la Regione Marche attraverso cui vengono messi a disposizione 21,7 milioni di euro per aiutare le imprese che realizzano, o hanno già realizzato, a partire dal giorno successivo il 24 agosto 2016, investimenti produttivi e ubicati nei Comuni del cratere.

Regione MarcheI soggetti beneficiari delle presenti agevolazioni sono le Micro, Piccole, Medie e Grandi imprese che, alla data di presentazione della domanda devono essere costituite e iscritte al registro delle imprese, ovvero devono essere titolari di partita IVA o, se straniere, devono essere costituite secondo le norme di diritto civile e commerciale vigenti nello stato di residenza.

I contributi sono a fondo perduto (in conto capitale) a fronte di investimenti, anche finalizzati alla realizzazione di nuove unità produttive o all’ampliamento di unità esistenti sulla base di una proposta di “Programma di Investimento”.

Le spese ammissibili complessive sono comprese tra un minimo di 20 mila euro ed un massimo di 1,5 milioni di euro. I progetti di investimento devono essere realizzati entro diciotto mesi dalla data di concessione del contributo.

Chi può beneficiare del Bando?

marcheIl Bando sisma della Regione Marche comprende tutti i comuni facenti parte delle Marche e che rientrano nell’area del cratere sismico.

La domanda di partecipazione potrà essere presentata dalle ore 9:00 del 25 marzo 2019 alle ore 12 del 25 maggio 2019.

Alle imprese beneficiarie, di qualsiasi settore, può essere concesso un contributo a fondo perduto (in conto capitale) commisurato alle spese ammissibili nell’ambito del Programma di investimento, secondo una delle seguenti opzioni:

  • pari al 50% dei costi ritenuti ammissibili entro il limite massimo di contributo e nel rispetto delle condizioni previste dai Regolamenti De Minimis;
  • ai sensi dei Regolamenti di esenzione, con le intensità di aiuto ivi previste a seconda della dimensione di impresa e della localizzazione dell’investimento per le singole tipologie di costi ammissibili.

Attraverso il Bando Sisma Regione Marche, si vogliono sostenere la ripresa e lo sviluppo del tessuto produttivo dell’area colpita dagli eventi sismici, avvenuti tra agosto ed ottobre 2016, attraverso la concessione di aiuti alle imprese che realizzino, o abbiano realizzato, investimenti produttivi nell’Area del Cratere Sismico, a partire dal giorno successivo al 24 Agosto 2016.

Al Bando possono partecipare tutte le Imprese costituite ed iscritte nel Registro delle imprese al momento di presentazione della domanda, ovvero che siano titolari di Partita Iva o, se straniere, siano costituite secondo le norme di diritto civile e commerciale del paese di residenza, aventi unità operativa nell’area del cratere.

sostegno imprese

Sono ammissibili alle agevolazioni:

  • investimenti materiali ed immateriali;
  • consulenze (solo per PMI).

Sono, invece, escluse dal Bando Sisma le imprese in stato di fallimento, concordato preventivo, amministrazione controllata o straordinaria, liquidazione coatta amministrativa o volontaria.

Criteri di priorità

  1. Danni diretti subiti per effetto degli eventi sismici del 24 agosto 2016 in relazione alla classe del dannosubito.
  2. Livello occupazione generato per effetto degli investimenti progressivo rispetto alle unità incrementate.
  3. Rilevanza patrimoniale dell’investimento in rapporto agli investimenti netti preesistenti.
  4. Dimensione dell’impresa.
  5. Possesso del rating di legalità.

Per maggiori informazioni puoi consultare la scheda completa cliccando qui:

Scheda completa Bando Sisma Regione Marche

4 energy

0 Comments