Business Model nel settore fotovoltaico: il caso 4 Energy

È possibile dimostrare che un’azienda che opera nel settore del fotovoltaico riesca a fare impresa in modo economico e al tempo stesso agire per la cura dell’ambiente? E’ questa la domanda di ricerca dalla quale scaturisce la tesi di laurea di Davide Marchegiani, contributo autorevole all’approfondimento del tema del business Model nel settore fotovoltaico.

Chi è Davide Marchegiani

Davide Marchegiani, classe 1995, è un ragazzo di San Benedetto del Tronto, laureato con il massimo dei voti in Economia e Commercio Internazionale all’Università Politecnica delle Marche (AN) con una tesi dal titolo “Business Models in the photovoltaic sector: the 4Energy case“.

La genesi della tesi

L’idea di lavorare su questo argomento nasce dall’incontro con Andrea Silvetti, CEO di 4 Energy” ci racconta Davide. “Andrea accolse con entusiasmo la mia proposta. Aggiunse che era un’occasione unica e che sarebbe stata la prima volta per 4Energy contribuire ad una tesi di laurea con la propria esperienza“.

Il settore delle energie rinnovabili in Italia, e del fotovoltaico in particolare, è stato caratterizzato per anni da una forte incentivazione pubblica. La necessità di raggiungere gli obiettivi fissati dalle direttive Europee e gli alti costi inizialmente necessari all’istallazione di un impianto fotovoltaico hanno portato all’introduzione di numerosi meccanismi di incentivazione (I Conto Energia e seguenti). Tutto ciò ha contribuito alla convinzione che non fosse economicamente sostenibile un modello di business che operasse esclusivamente in tale settore.

L’obiettivo di questa tesi è quindi quello di dimostrare che un tale modello di business non solo sia possibile ma sia anche in grado di generare profitti.

Il settore fotovoltaico

Si sono in primo luogo indagati gli attuali trend globali, europei e quindi nazionali riguardanti la produzione di energia da fonti rinnovabili per poi giungere ad analizzare il contesto normativo attualmente in vigore in Italia.

Si è osservato come la struttura normativa e gli obiettivi fissati dall’Unione Europea nel contesto della lotta ai cambiamenti climatici siano favorevoli ad un ulteriore sviluppo del settore fotovoltaico.

Margini di crescita ce ne sono parecchi” ci racconta Davide. “I prezzi del fotovoltaico sono drasticamente scesi quindi diventa conveniente per l’utente finale. Inoltre, ci sono una serie di sistemi di agevolazioni fiscali (come in passato il super ammortamento, come sono stati i conti energia e come sarà il Decreto Fer1 ) che continuerà a sostenere la crescita del fotovoltaico. In Italia, la maggiore indiziata a sostenere questa crescita è il fotovoltaico”.

Business model

Successivamente, si indaga sul concetto di “business model” presente in letteratura. Due sono stati i modelli individuati: il più famoso “Business Model Canvas” elaborato da Osterwalder e Pigneur (2010) ed il meno conosciuto framework proposto da Morris et al. (2005). Entrambi i modelli riescono a descrivere efficacemente il modello di business di 4Energy.

In particolare, il secondo modello permette un discreto livello di approfondimento fornendo inoltre una proiezione dello stesso in un futuro prossimo. Si ritiene quindi che il modello adottato da 4Energy sia coerente che le attuali condizioni di mercato e, soprattutto, sia adatto a sfruttare le future opportunità che quest’ultimo, tramite evoluzioni della regolamentazione, potrà offrire. Nello specifico, il modello proposto prende in considerazione i fattori si riferiscono all’offerta, al mercato, alle capacità interne all’azienda, ai competitors, al modello economico (struttura costi e ricavi) e al fattore di crescita che ti permette di capire la traiettoria che vuole seguire l’azienda in futuro.

Punti di forza di 4Energy

“È stato un modello che non ha guardato all’azienda in modo statico ma prospettico e tenendo conto delle variabili esterne che in un contesto del genere sono importanti” prosegue Davide. “Le considerazioni più importanti che sono state fatte ci hanno permesso di capire come mai 4Energy sta avendo successo e come è riuscita negli anni a decuplicare il fatturato iniziale”.

Alcune dei punti di forza della società sono:

  • aggiornamento costante sui sistemi di incentivazione fiscale e sgravi fiscali vigenti;
  • creazione di una rete di professionisti (vedi ad esempio la collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri e dei Commercialisti);
  • installazione di un impianto fotovoltaico “chiavi in mano”;
  • garantire molteplici servizi al cliente quali il revamping e repowering;
  • variare le aree di business;
  • operare principalmente a livello locale;
  • relazione costante con la clientela, collaboratori e fornitori.

“Questi sono i fattori principali che mi hanno portato a sostenere che 4Energy ha prospettive di crescita” conclude Davide. “Inoltre, fondamentale è Andrea come persona. Il suo entusiasmo e la sua passione aiutano molto. Di conseguenza, è semplice trasmetterla agli altri.

 

Davide Marchegiani e Andrea Silvetti, CEO 4Energy srl
0 Comments