Manutenzione e consigli per impianti fotovoltaici con oltre 10 anni di vita

Manutenzione e consigli per impianti fotovoltaici con oltre 10 anni di vita

La tecnologia dei pannelli fotovoltaici ha compiuto notevoli progressi negli ultimi anni, ma molti impianti con oltre 10 anni di vita necessitano di particolare attenzione e manutenzione per mantenere l’efficienza e garantire la sicurezza. Abbiamo intervistato il nostro O&M Manager, Giuliano Di Luca, per ottenere informazioni su come mantenere efficienti gli impianti fotovoltaici più anziani.

Giuliano, quali sono i principali segni di degrado o usura che possono verificarsi negli impianti fotovoltaici con oltre 10 anni di vita?

Bisogna distinguere due tipologie di impianti: quelli residenziali e quelli commerciali. Negli impianti residenziali e di piccole dimensioni, la problematica maggiore riguarda l’ispezione visiva dei moduli fotovoltaici, poiché spesso mancano sistemi di sicurezza per accedere al tetto. È essenziale fare una verifica visiva regolare per individuare difetti o surriscaldamenti delle celle, che possono portare a incendi. Oltre all’esame visivo, questa verifica si può effettuare con la termografia. Di particolare importanza risultano anche gli interventi finalizzati a verificare la tenuta della struttura, questo per evitare che azioni del vento possono determinare il danneggiamento dell’impianto ma anche danni che potrebbero arrecare a terzi. Con una determinata cadenza, è importante anche la verifica dello stato degli scaricatori e delle protezioni delle stringhe. Negli impianti commerciali, invece, ci sono componenti aggiuntive che richiedono attenzione, come i trasformatori che devono essere sottoposti a manutenzione annuale e locali tecnici con adeguata areazione e ventilazione per evitare danni dovuti alle alte temperature. Ma anche gli inverter, che devono essere muniti di un sistema di monitoraggio che evidenzi lo storico degli errori per capire se ci sono criticità. In ultima istanza, è necessario verificare il corretto funzionamento dei contatori, soprattutto quelli di produzione utili al GSE per il pagamento degli incentivi.

LEGGI ANCHE: www.4-energy.it/problematiche-legate-ai-moduli-fotovoltaici

Quali sono i componenti degli impianti fotovoltaici che richiedono una particolare attenzione e manutenzione dopo un decennio di operatività?

I componenti principali sono i moduli fotovoltaici e gli inverter. I moduli possono presentare difetti e surriscaldamenti, mentre gli inverter, soprattutto quelli di vecchia generazione, hanno esaurito il loro ciclo di vita e possono essere difficili da riparare. Può succedere, infatti, che siano scadute le garanzie del produttore. Inoltre, è fondamentale controllare i cavi solari e i connettori per prevenire perdite di continuità elettrica.

Quali sono le principali attività di manutenzione preventive consigliate per gli impianti fotovoltaici con oltre 10 anni di vita?

La migliore prevenzione è l’installazione di un sistema di monitoraggio di stringa con un esame giornaliero dei parametri di funzionamento. Questo sistema permette di individuare tempestivamente problemi nei moduli e negli inverter, ottimizzando le prestazioni dell’impianto e prevenendo costosi guasti. Completa la prevenzione l’esame delle performance delle stringhe degli inverter delle stringhe degli inverter.

In che modo la tecnologia e le metodologie di manutenzione sono cambiate nel corso degli anni per adattarsi alle esigenze degli impianti fotovoltaici più anziani?

Con il passare degli anni, sono stati introdotti inverter più efficienti e affidabili. Tuttavia, molti impianti con inverter centralizzati di vecchia generazione rischiano guasti prolungati e costosi. In questi casi, il suggerimento è la sostituzione con inverter più moderni ed efficienti.

LEGGI ANCHE: www.4-energy.it/revamping-e-repowering-fotovoltaico-convenienza-e-case-history

0 Comments

leave a comment