Impianti fotovoltaici con moduli non certificati o con certificazioni non conformi. Cosa si può fare?

Fotovoltaico - Moduli non certificati a rischio gli incentivi

I proprietari di impianti fotovoltaici con potenza superiore a 3 kW, nei quali sono stati installati moduli non certificati o con certificazioni non conformi alla normativa, rischiano la decadenza dell’incentivo in Conto Energia. E’ però possibile presentare un’istanza al GSE per il riconoscimento di una tariffa incentivante decurtata.

Il GSE, a seguito di verifiche o controlli su impianti fotovoltaici con potenza superiore a 3kW, ha rilevato l’installazione di moduli non certificati o con certificazioni non conformi alla normativa di riferimento. Per tale motivo ha disposto la decadenza dal diritto di accesso alle tariffe incentivanti.

Cosa può fare il soggetto responsabile beneficiario degli incentivi in Conto Energia?

E’ possibile presentare al GSE un’istanza finalizzata al riconoscimento della tariffa incentivante base decurtata del 20%.

Per gli impianti fotovoltaici beneficiari degli incentivi in Conto Energia, invece, che non sono stati oggetto di un procedimento di verifica o controllo, qualora il soggetto responsabile sia a conoscenza che per il proprio impianto  sono installati dei moduli non certificati o con certificazioni non rispondenti alla normativa di riferimento, è possibile presentare al GSE un’istanza finalizzata al riconoscimento della tariffa incentivante base decurtata del 10%.

L’istanza deve essere inviata sotto forma di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (art. 47 del DPR n. 445/2000), secondo le modalità descritte nell’Allegato 1.

In entrambi i casi, il Soggetto Responsabile deve comprovare:

  • di aver intrapreso le azioni consentite dalla Legge nei confronti dei soggetti responsabili della non conformità dei moduli
  • la sostanziale ed effettiva rispondenza dei moduli installati ai requisiti tecnici e la loro perfetta funzionalità e sicurezza, secondo quanto indicato nell’Allegato 2.

Il GSE, a seguito del ricevimento della suddetta istanza, avvia un procedimento amministrativo ex Legge 241/90 finalizzato al riconoscimento della tariffa incentivante base decurtata così come da richiesta dal soggetto responsabile.

Al fine di comprovare la sostanziale ed effettiva rispondenza dei moduli installati ai requisiti tecnici e la loro perfetta funzionalità e sicurezza, il GSE informa che, per quanto concerne le prove da effettuare sulle stringhe dell’impianto fotovoltaico, quest’ultime devono essere campionate in modo da verificare tutti i differenti modelli di moduli fotovoltaici installati che risultano non certificati o con certificazioni non rispondenti alla normativa di riferimento. Il GSE segnala infine che la documentazione prodotta dovrà essere rilasciata da un professionista in possesso dei requisiti tecnici previsti dalla normativa vigente, attestati sotto forma di autocertificazione ai sensi del DPR 28 dicembre 2000, n. 445. (fonte GSE  https://goo.gl/9dXJSt)

4 Energy si sta occupando ti tali verifiche. Da settembre ad oggi abbiamo realizzato oltre 30 interventi su altrettanti impianti FV di tutte le dimensioni. Tutelare il vostro investimento nelle energie rinnovabili è uno dei principali obiettivi del nostro comparto service. Se non sei sicuro che i tuoi moduli siano certificati o non sai se dispongono di certificazioni conformi alla normativa, contattaci per una consulenza.

Di seguito il nostro intervento su un impianto fotovoltaico di 150 kW realizzato presso un’azienda agricola di Ortezzano.

0 Comments

leave a comment