Incentivi per aziende agricole che investono nel fotovoltaico – PSR MARCHE 2014-2020

incentivi-aziende-agricole

PSR MARCHE 2014-2020 – Sapevi che la Regione Marche sostiene i giovani agricoltori di età non superiore a 40 anni, che si insediano per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capo azienda? La dotazione finanziaria complessiva assegnata è di 5.000.000€.

Bando PSR MARCHE 2014-2020 – Misura 6.1

La misura 6.1, anche chiamata “Bando giovani”, intende favorire l’insediamento di giovani agricoltori per garantire il ricambio generazionale nelle imprese agricole marchigiane.

Sottomisure attivabili nel pacchetto:

– 4.1 A): Sostegno ad investimenti nelle aziende agricole;

– 6.4 A): azione 1 Agriturismo;

– 6.4 A) azione 2a: Agricoltura Sociale – Agrinido;

– 6.4 A) azione 2b: Agricoltura Sociale – Longevità attiva;

– 6.4 azione 4): Trasformazione di prodotti agricoli solo come input.

Dotazione finanziaria

Sono previsti: 50.000€ per le imprese che hanno una SAU su territorio svantaggiato (l’80% della SAU in zona D* e C3*); 35.000€ per le imprese ricadenti negli altri territori. I due contributi non necessitano di rendicontazione.

*Esempi di comuni in zona D: Montefortino, Acquasanta Terme, Arquata del Tronto, Comunanza, Montegallo, Montemonaco, Roccafluvione.

*Comuni in zona C3: Montefalcone Appennino, Montelparo, Santa Vittoria in Matenano, Smerillo, Appignano del Tronto, Castignano, Force, Montedinove, Palmiano, Rotella, Venarotta.

Relativamente alla misura 4.1, il contributo oscilla tra il 40 ed il 60% dell’investimento. Relativamente alla misura 6.4, il contributo oscilla tra il 35 ed il 50%.

Requisiti richiesti

I requisiti richiesti:

1) Età compresa tra i 18 e 40 anni (41 non compiuti);

2) Deve essere capo azienda da meno di 24 mesi (fa fede la camera di commercio);

3) Competenze professionali adeguate (titolo di studio in agraria, esperienza biennale come lavoratore agricolo, corso di formazione di almeno 100 ore);

4) Iscrizione INPS – Gestione agricola;

5) Cittadinanza in uno degli stati membri della U.E.;

6) Al momento della presentazione della domanda l’impresa deve avere una PS di 12.000 € (zona C3 e D) o di 16.000€ (nelle altre zone), inferiore a 200.000€.

Impegni previsti dal Bando PSR MARCHE 2014-2020

Il bando “insediamento giovani” prevede che l’imprenditore che si insedia raggiunga il più alto numero di impegni possibili, ne sono stati definiti 7:

a) Aumento sensibile della dimensione economia dell’impresa (spesa minima 15.000€);

b) Certificare le proprie produzioni (es: biologico);

c) Riorientamento produttivo con l’acquisizione in azienda delle fasi successive alla produzione (spesa minima 15.000€);

d) Introduzione significativa di attività di diversificazione o multifunzionalità di cui alla sottomisura 6.4;

e) Azioni incisive di adeguamento e/o mitigazione dei cambiamenti climatici (forte risparmio di acqua e/o energia e/o investimenti non produttivi funzionali a tali obiettivi); investimenti di almeno il 30% della PS strettamente finalizzati al risparmio energetico, quindi investimenti relativi alla coibentazione dei fabbricati aziendali, efficientamento energetico delle serre, sostituzione di coperture in eternit con contestuale installazione di pannelli fotovoltaici, riscaldamento e raffrescamento con impianti a pompe di calore, investimento per la produzione di energia da fonti rinnovabili rapportati alle esigenze aziendali, biomasse aziendali, eolico, idroelettrico, geotermico);

f) Introduzione di standard benessere degli animali superiore agli obblighi di legge;

g) Introduzione in azienda di una rilevante innovazione tecnologica.

agricoltura-fotovoltaico

Perché un’azienda agricola dovrebbe installare un impianto fotovoltaico?

I vantaggi sono:

  • Un concreto risparmio sulle spese dell’energia elettrica perché l’energia la produci tu;
  • se ne produci in surplus, puoi rivenderla al GSE, guadagnandoci sotto forma di conguagli;
  • aumento del  valore economico dell’immobile e, di conseguenza, della tua azienda.

Un impianto fotovoltaico per aziende agricole è composto dalle stesse parti di un classico impianto residenziale. Pannelli fotovoltaici (installati sul tetto dell’azienda, dei capannoni, fienili, serre, granai, pensiline o a terra), inverter ( che trasformano la corrente continua in corrente alternata), contatori e quadri elettrici.

È vero che gli impianti fotovoltaici a terra occupano troppo spazio e rubano terreni all’agricoltura? Sfatiamo questo falso mito. Per raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra entro il 2030, la superficie agricola necessaria è di circa 39 mila ettari. Equivale a un terzo della superficie agricola che si perde ogni anno, 0.24% della superficie agricola totale. Lo spazio non è un problema!

Inoltre, tra le file di moduli fotovoltaici è possibile mantenere l’attività agricola. Oggi gran parte dei terreni agricoli italiani sono devastati da usi eccessivi di pesticidi che distruggono la biodiversità. L’agro-fotovoltaico rappresenta quindi un’opportunità unica per far convivere produzione di energia pulita e agricoltura sostenibile. Consente agli agricoltori di continuare a coltivare la terra beneficiando del ricavo economico proveniente dal fotovoltaico.

Perché scegliere 4Energy?

Siamo specialisti del fotovoltaico da oltre 10 anni. Pensiamo a tutto noi, fornendoti un servizio “chiavi in mano” e personalizzato per ogni esigenza energetica.

Abbiamo già aiutato altre aziende agricole a beneficiare dei contributi del PSR, realizzando il progetto preliminare, tutta la documentazione necessaria per l’accesso al bando e installando un impianto fotovoltaico con un conseguente ed evidente risparmio in bolletta.

Guarda le nostre referenze:

CIARROCCHI VIVAI SRL

LOCALITÀ: San Benedetto (AP) 
IMPIANTO FV: 19 Kw 

DOMODIMONTI WINERY

LOCALITÀ: Montefiore (FM)
IMPIANTO FV: 50 Kw

CANTINA BIAGI

LOCALITÀ: Colonnella (TE)
IMPIANTO FV: 18,2 Kw

Così la vostra azienda agricola sarà davvero green. Oltre ad offrire prodotti di qualità, avrete la certezza di salvaguardare a tutti gli effetti l’ambiente: il vostro elemento primario.

 

Hai un’azienda agricola e vorresti installare un fotovoltaico per tagliare le spese dell’elettricità? Cosa aspetti?

Approfitta degli incentivi del PSR Regione Marche!

Apertura bando: 27 settembre 2021.
Scadenza: 21 Dicembre 2021 ore 13.00.
Scarica la scheda di sintesi del Bando PSR Marche 2014-2020 o inserisci i tuoi dati per essere ricontattato:

    0 Comments

    leave a comment