PSR Marche “Sottomisura 4.1”: incentivi per le aziende agricole

PSR Marche “Sottomisura 4.1”: incentivi per le aziende agricole

psr-marche

Se sei un imprenditore agricolo e stai pensando di partecipare al bando PSR Marche “Sottomisura 4.1” per accedere agli incentivi messi a disposizione dalla Regione Marche, un investimento che non può mancare è quello relativo al fotovoltaico. Ti stai chiedendo per quali motivi? Ad illustrarli è Andrea Silvetti, amministratore e CEO della 4 Energy srl. Ma prima ripercorriamo insieme le caratteristiche salienti del bando.

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 – BANDO MISURA 4.1

La misura Sottomisura 4.1 – “Sostegno ad investimenti nelle aziende agricole” del PSR Marche ha come obiettivo quello di garantire il sostegno del settore primario migliorando la competitività delle imprese agricole.

  • Dotazione finanziaria assegnata: € 30.000.000
  • Scadenza per la presentazione delle domande: 19/05/2022 ore 13.00.

DESTINATARI

Imprenditori agricoli singoli e associati. Possono beneficiare del sostegno anche gli enti pubblici o associazioni agrarie comunque denominate (comunanze, università, ecc.) a condizione che conducano direttamente i terreni agricoli di cui hanno la disponibilità.

Investimenti ammissibili

  1. Realizzazione di fabbricati strumentali all’attività agricola;
  2. Macchine e attrezzature nuove o usate;
  3. Apparecchiature e strumentazioni informatiche nuove;
  4. Opere di miglioramento fondiario (reti antigrandine ed antinsetto, impianti arborei, viabilità aziendale ed impianti di irrigazione);
  5. Impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili.
PSR-Marche-incentivi-aziende-agricole

CONDIZIONI PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

Relativamente al punto 5, si considerano impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili gli investimenti per la produzione di energia da biogas, da fonti rinnovabili quali fotovoltaico, eolico-idraulica, geotermica, infine caldaie e pirogassificatori con legname di produzioni aziendali.

Le potenzialità produttive degli impianti per la produzione di energia rinnovabile devono essere proporzionate al fabbisogno energetico aziendale. Questo è definito dall’esigenza di energia necessaria ai processi produttivi, comprese le esigenze dell’abitazione principale dell’imprenditore. Viene calcolata prendendo in considerazione gli ultimi 3 anni di consumi, incrementati in funzione dei consumi dei nuovi investimenti. E’ consentita una tolleranza massima del 20%. Nel caso di azienda di nuova costituzione il fabbisogno energetico sarà calcolato in via preventiva all’interno della relazione tecnica in base agli investimenti proposti.

Il contributo varia dal 40% al 60%.L’energia prodotta deve essere utilizzata nel ciclo produttivo dell’azienda. In ogni caso, la dimensione produttiva non può superare i 250 KW.

Gli impianti fotovoltaici potranno essere finanziati a condizione che siano integrati o semi integrati nei fabbricati aziendali. Questo vuol dire che non possono essere finanziati impianti fotovoltaici realizzati a terra o su serra, ma andranno ad essere realizzati su coperture esistenti e su ampliamenti delle stesse.

Perché conviene investire nel fotovoltaico

«L’impianto fotovoltaico, come per le precedenti edizioni del PSR Marche, è considerato un investimento di natura prioritaria. Per un’azienda agricola, non inserirlo all’interno degli interventi del bando comporterebbe avere dei punteggi inferiori di accesso e rischiare di non rientrare nel bando» sostiene Andrea Silvetti.

«La dotazione finanziaria è cospicua: 30 milioni di euro. Nell’attuale momento storico nel quale il costo dell’energia è incrementato a dismisura, considerando il fatto che nei prossimi due o tre anni rimarrà un costo sostenuto, investire nel fotovoltaico unitamente al contributo previsto dal PSR Marche diventa ancora più conveniente. I costi iniziali a carico dell’imprenditore saranno ammortizzati in 24 mesi».

«Inoltre, per avere accesso al bando, i progetti devono essere cantierabili. Essendo l’impianto fotovoltaico in edilizia libera, diventa immediatamente cantierabile con una semplice comunicazione di inizio lavori al Comune».

andrea silvetti 4ENERGY
Sei interessato/A e vorresti approfittare del PSR Marche
per installare un impianto fotovoltaico?
Lasciaci i tuoi dati per essere ricontattato/A:

    4Energy
    0 Comments

    leave a comment