Revamping: migliora le performance del tuo impianto fotovoltaico

Effettuare il revamping di un impianto significa superare i limiti progettuali e tecnologici che lo hanno caratterizzato nel passato, integrando il progetto originale con soluzioni attuali e all’avanguardia.

Che cos’è il revamping?

Il revamping consiste in interventi di manutenzione e ammodernamento tecnologico realizzati su un impianto fotovoltaico in esercizio, il quale però non è più performante secondo le aspettative. Dal 2007 al 2013 sono stati messi in funzione oltre 550.000 impianti fotovoltaici in Italia. Il mercato del fotovoltaico era poco maturo e il GSE stima che il 30% degli impianti fotovoltaici installati in quegli anni non sono ottimizzati, o sono poco performanti, o presentano problemi di corretto funzionamento.

In quali casi si ricorre al revamping?

Il revamping ha solitamente luogo quando si verifica almeno una delle seguenti condizioni:

  1. guasto e degrado dei componenti legato all’usura degli stessi. In prossimità del mare, ad esempio, la normale usura provoca un normale decadimento delle prestazioni dei pannelli o inverter;
  2. adozione di componenti e materiale scadente in fase di progettazione, magari per contenere i costi iniziali. Secondo i dati forniti dal GSE, il 50% del parco solare è stato realizzato con componenti a basso costo. La scelta di elementi di bassa qualità pregiudica la producibilità dell’impianto e la sua durata nel tempo.
  3. necessità di rendere a norma l’intera struttura.Col passare del tempo alcuni componenti potrebbero infatti non essere più adeguati rispetto alle normative vigenti (vedi inverter o cablaggi). In aggiunta, l’aggiornamento dell’impianto può essere considerato una valida soluzione anche in assenza di guasti o decadimenti dei componenti.

Il GSE ha stabilito una serie di regole riguardanti la gestione degli interventi di manutenzione e ammodernamento tecnologico su impianti fotovoltaici incentivati in Conto Energia. Per maggiori info clicca QUI 

Al contempo il GSE durante il periodo di incentivazione si impegna a verificare la sussistenza e permanenza dei requisiti che hanno permesso ai Soggetti Responsabili di accedere al programma di Conto Energia, provvedendo al mantenimento, rimodulazione o decadenza degli incentivi percepiti in caso di irregolarità.

Revamping impianti fotovoltaici: quale trend?

Secondo uno studio GSE le attività di revamping del parco fotovoltaico installato sono in forte crescita.

Nel corso del 2017:

– sono stati coinvolti 25 mila gli impianti FV incentivati interessati dalla realizzazione di interventi finalizzati alla manutenzione e all’ammodernamento tecnologico;

– al GSE sono pervenute 30 mila comunicazioni (contro le 7.900 del 2016);

– il 5% del parco solare incentivato  è stato interessato da interventi di manutenzione o ammodernamento tecnologico;

fonte: GSE – Il punto sul fotovoltaico in Italia

 

– il 90% degli interventi richiesti riguarda la sostituzione di componenti, in particolare di inverter e moduli (70% dei casi);

fonte: GSE – Il punto sul fotovoltaico in Italia

Principali cause di malfunzionamento dei moduli:

  • Hot spot
  • Rotture del silicio
  • Delaminazioni e infiltrazioni di umidità
  • Malfunzionamenti della scatola di giunzione
  • PID
  • Deterioramento del backsheet

– per il 70% degli impianti per cui sono stati comunicati interventi di manutenzione e ammodernamento sono trascorsi più di 6 anni dalla data di entrata in esercizio

fonte: GSE – Il punto sul fotovoltaico in Italia

I principali interventi di revamping richiesti dai nostri clienti

  1. Sostituzione dei moduli fotovoltaici: con gli attuali costi di mercato la sostituzione diventa sempre più conveniente.
  2. Sostituzione dell’inverter: nel caso di macchine con bassi valori di efficienza di conversione e/o di disponibilità dovuti a frequenti guasti e fermi macchina.
  3. Installazione di un moderno sistema di monitoraggio: un tempestivo e dettagliato monitoraggio riduce i tempi di risoluzione delle problematiche e consente di avere un ricco set di parametri da analizzare per interpretare e correggere eventuali comportamenti anomali dell’impianto.
  4. Soluzioni per la riduzione degli effetti dell’ombreggiamento: è possibile ridurre tali effetti modificando il cablaggio delle stringhe, il relativo collegamento agli MPPT dell’inverter e installando appositi ottimizzatori di potenza che riducono l’impatto della riduzione della corrente di stringa sulle performance.
  5. Revamping amministrativo: reso necessario dall’assenza di documenti di progetto, blocco incentivi da parte del GSE, Eventuali segnalazioni di inadempienza ricevuta dagli enti (GSE, UTF), Mancata comunicazione agli enti (Enel, GSE, UTF) a seguito della avvenuta sostituzione di un componente dell’impianto.

Mantieni in efficienza il tuo impianto fotovoltaico. Contattaci per saperne di più e trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze.

 

0 Comments