Come scegliere la batteria più adatta per il tuo fotovoltaico?

Fotovoltaico e batterie di accumulo dell’energia elettrica prodotta ma non utilizzata, insieme, assicurano un notevole risparmio in bolletta ed una maggiore efficienza energetica per la tua casa. Come scegliere le batterie più adatte ai tuoi bisogni energetici?

Un sistema di accumulo è un sistema che, per mezzo di batterie elettrochimiche, raccoglie l’elettricità prodotta di giorno dal fotovoltaico per renderla disponibile la sera e la notte, quando il fotovoltaico non produce.

Il 70% dei consumi domestici è solitamente concentrato nelle ore serali e notturne, quando l’impianto fotovoltaico non produce. Accade pertanto che solo il 30% dell’energia elettrica prodotta dall’impianto  viene autoconsumata, mentre l’energia prodotta ma non utilizzata, viene ceduta alla rete Enel e valorizzata con il pagamento di un corrispettivo, il cosiddetto “Scambio sul Posto”, che non è affatto remunerativo. Installare una batteria di accumulo nel proprio impianto fotovoltaico ad uso residenziale consente quindi di invertire questo rapporto e di abbattere i costi in bolletta grazie all’incremento dell’autoconsumo fino ad oltre l’80%.

Che cosa fanno le batterie di accumulo?

Di giorno l’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico viene in parte autoconsumata sul momento ed in parte viene immagazzinata nelle batterie. Quando le batterie sono cariche, l’energia prodotta in eccesso viene immessa in rete. Di sera e di notte l’impianto non produce, pertanto l’energia di cui si ha bisogno viene prelevata direttamente dalle batterie ricaricate durante il giorno. Se le batterie sono scariche l’energia viene prelevata direttamente dalla rete con conseguente addebito in bolletta.  Grazie al sistema di accumulo è possibile sfruttare al massimo la propria produzione di energia e raggiungere una maggiore indipendenza energetica.

 

Dove si collocano le batterie?

L’installazione del sistema di accumulo può avvenire in vari punti del sistema FV. Ogni soluzione ha i propri vantaggi e svantaggi e per valutare qual è quella più sensata bisogna tenere conto della situazione specifica. Le tipologie di sistemi più applicate sono quelle di accoppiamento sul lato corrente alternata (sistemi AC) e quelle sul lato corrente continua (sistemi DC).

Sistemi AC: tali sistemi sono adatti per soluzioni dove l’impianto fotovoltaico è stato progettato originariamente senza accumulo oppure come estensione della capacità di accumulo esistente. Nei sistemi AC la batteria è collegata alla rete tramite un convertitore AC/(DC)/AC.

L’accumulo di elettricità accoppiato sul lato AC può essere installato indipendentemente dal sistema fotovoltaico, senza alterare l’impianto esistente.

Sistemi DC: la soluzione sul lato DC viene adottata per l’accumulo diretto dell’elettricità dai pannelli solari. Gli inverter utilizzati fino ad ora per gli impianti solari fotovoltaici prevedono unicamente l’immissione di energia nella rete e non sono stati progettati per comunicare con il sistema di accumulo. I nuovi inverter fotovoltaici possono invece operare anche come caricabatterie. La batteria viene caricata dal lato DC attraverso un’interfaccia di comunicazione intermedia dell’inverter, e, attraverso lo stesso dispositivo, l’impianto fotovoltaico e il sistema di accumulo sono collegati alla rete elettrica. Per l’intero sistema sono necessari meno componenti: ciò significa costi inferiori e minor spazio richiesto; inoltre, la corrente prodotta dall’impianto solare raggiunge in modo più diretto e semplice la batteria di accumulo, richiedendo quindi meno stadi di conversione.

Quali criteri utilizzare per scegliere la propria batteria?

  1. La tecnologia. Oggi le batterie più affidabili sono solo quelle al litio. Queste si distinguono in due tipologie:
  • batterie agli ioni di litio;
  • batterie al litio ferro fosfato, le quali sono più sicure ed hanno un ciclo di vita più lungo ed una resa maggiore. Hanno un prezzo superiore rispetto alle precedenti, ma che è possibile recuperare grazie ad una loro maggiore durata.
  1. La capacità: ovvero la quantità di energia elettrica che la batteria riesce ad accumulare e ad erogare (kWh). Esistono sul mercato batterie di differenti taglie che possono andare dai 2 ai 15 kWh. E’ importante scegliere la taglia giusta perché sistemi sotto dimensionati, non permettono di raggiungere quell’indipendenza energetica di cui si ha bisogno; al contrario, sistemi sovra dimensionati, rischiano di essere troppo onerosi senza poi riuscire ad utilizzare tutta l’energia prodotta in eccesso.
  1. La profondità di scarica: non tutte le batterie hanno la stessa profondità di scarica e non tutti i produttori la dichiarano. Maggiore è la profondità di scarica e maggiori saranno i kW che si avranno a disposizione.
  1. La garanzia del prodotto. È importante scegliere una batteria con garanzia non inferiore ai 10 anni.
  1. La garanzia sui cicli. Ci sono batterie che garantiscono 4000-4500 cicli e batterie più longeve ed affidabili che garantiscono fino a 10 mila cicli.
  1. La potenza: ovvero la velocità con cui la batteria riesce ad immagazzinare o rilasciare l’energia. Ogni batteria ha una limitazione di potenza in entrata ed in uscita: più è alta tale potenza, più la batteria consente di soddisfare eventuali picchi di consumo richiesti. Un’elevata potenza però si traduce anche in una più breve durata della batteria.  E’ opportuno scegliere una potenza adeguata alle proprie necessità ed alle proprie abitudini di consumo. Ad esempio, una famiglia che abita in un piccolo appartamento con carichi domestici intorno ai 3 kWh, dovrebbe scegliere una batteria con potenza più bassa; inversamente chi vive in un’abitazione con carichi maggiori, dovrà fare una scelta differente.
Nella tabella seguente abbiamo sintetizzato e messo a confronto i dati dei modelli di batterie di accumulo

Secondo la nostra esperienza è difficile indicare qual’è la migliore batteria di accumulo, la scelta deve essere sempre effettuata tenendo conto delle proprie esigenze di consumo e risparmio energetico.

Per questo motivo noi di 4Energy Srl esaminiamo l’impianto esistente dal punto di vista progettuale, predisponiamo poi un’attenta analisi energetica che ci consente di individuare la soluzione più adatta alle esigenze del nostro cliente.

Per saperne di più sui sistemi di accumulo, clicca QUI

Hai ancora dubbi o vorresti ricevere subito un preventivo?

Per conoscere i prezzi o solo per ulteriori informazioni, CONTATTACI

Saremo lieti di rispondere alle tue domande e di aiutarti a trovare sempre la migliore soluzione alle tue esigenze!

0 Comments

leave a comment