Sistemi Efficienti di Utenza (SEU): inquadramento normativo

seu

Sistemi Efficienti di Utenza (SEU) sono impianti di produzione energetica, come il fotovoltaico, alimentati da fonti rinnovabili o di cogenerazione ad alto rendimento, con una potenza fino a 20 MW, gestiti da un unico produttore (soggetto giuridico) per il consumo di un solo cliente finale. L’impianto, o l’insieme di impianti, deve essere direttamente connesso all’unità di consumo dell’utente finale tramite un collegamento privato (senza obbligo di connessione di terzi) e collegato, tramite almeno un punto, alla rete pubblica. Inoltre, l’impianto deve essere realizzato in un’area di proprietà o in piena disponibilità (affitto) dell’utente finale, che la mette a disposizione del produttore. Il produttore (il proprietario dell’impianto che produce energia) e il cliente finale (il consumatore dell’energia prodotta) possono essere lo stesso soggetto oppure due soggetti diversi. Il primo caso rappresenta lo Scambio sul Posto, mentre il secondo il SEU.

Andiamo ad approfondire il quadro normativo generale di riferimento.

Inquadramento normativo SEU

Direttiva 2006/32/CE del 05/04/2006, relativa all’efficienza degli usi finali dell’energia e i servizi energetici, che abroga la Direttiva 93/76/CEE, in attuazione del D.lgs. 30/05/2008, n. 115 (art. 2 – lett. t: «Sistema efficiente di utenza»).

Tale D.lgs. n. 115/2008 è in attuazione della Deliberazione A.E.E.G. n. 578/2013/R/EEL (regolazione dei servizi di connessione, misura, trasmissione. Distribuzione, dispacciamento e vendita dei Sistemi Semplici di Produzione e Consumo – SSPC) all’art. 2 – lett. b – c.

Testo Integrato dei Sistemi Semplici di Produzione e Consumo (SSPC).

I Sistemi Semplici di Produzione e Consumo (SSPC), sono sistemi elettrici connessi alla rete pubblica, caratterizzati dalla presenza di almeno un impianto di produzione di energia elettrica e un’unità di consumo (costituita da una o più unità immobiliari) direttamente collegati tra loro, nell’ambito dei quali il trasporto di energia elettrica non si configura come attività di trasmissione e/o di distribuzione, ma come attività di autoapprovvigionamento energetico.

Questo grazie alla presenza di un solo cliente finale e di un solo produttore, nel caso rappresentati da gruppi societari o da cooperative o consorzi o storici. Gli SSPC si suddividono in due gruppi: i Consorzi e Cooperative storici dotati di rete propria e gli Altri Sistemi Semplici di Produzione e Consumo (ASSPC).

Gli ASSPC, a loro volta, si suddividono nelle seguenti categorie:

SSP-A, -B: sistemi in regime di Scambio sul Posto di tipo A o B;
SEU: Sistemi Efficienti di Utenza;
SEESEU-A, -B, -C e -D: Sistemi Esistenti Equivalenti ai Sistemi Efficienti di Utenza di tipo A, B, C o D;
ASAP: Altri Sistemi di Auto Produzione (sistema in cui una persona fisica o giuridica produce energia elettrica e, tramite collegamenti privati, la utilizza in misura non inferiore al 70% annuo per uso proprio ovvero per uso delle società controllate, della società controllante e delle società controllate dalla medesima controllante);
ASE: Altri Sistemi Esistenti (categoria residuale caratterizzata da unità di produzione e consumo gestite da un medesimo soggetto o da soggetti appartenenti allo stesso gruppo societario, connesse tra loro da una linea di trasporto).

Sistemi Efficienti di Utenza (SEU)

Il Testo Integrato dei Sistemi Semplici di Produzione e Consumo (Art. 4) definisce il SEU come un sistema in cui uno o più impianti di produzione di energia elettrica, con potenza complessivamente non superiore a 20 MWe e complessivamente installata sullo stesso sito, alimentati da fonti rinnovabili ovvero in assetto cogenerativo ad alto rendimento, gestiti dal medesimo produttore, eventualmente diverso dal cliente finale, sono direttamente connessi, per il tramite di un collegamento privato senza obbligo di connessione di terzi, all’unità di consumo di un solo cliente finale (persona fisica o giuridica) e sono realizzati all’interno di un’area, senza soluzione di continuità, al netto di strade, strade ferrate, corsi d’acqua e laghi, di proprietà o nella piena disponibilità del medesimo cliente e da questi, in parte, messa a disposizione del produttore o dei proprietari dei relativi impianti di produzione.

La qualifica SEU

La qualifica di SEU è subordinata a queste condizioni:

  • presenza del Produttore, ovvero del titolare dell’officina elettrica, e delle autorizzazioni alla realizzazione e all’esercizio dell’impianto alimentato da fonti rinnovabili ovvero in assetto cogenerativo ad alto rendimento, con pot. <=20 MWe complessivamente installata sul sito di proprietà o nella piena disponibilità del cliente finale;
  • presenza di un Cliente finale, titolare del punto di connessione e dell’unità di consumo ricadente in un area di sua proprietà o nella sua piena disponibilità;
  • l’impianto/i di produzione direttamente connessi, tramite un collegamento privato senza obbligo di connessione di terzi, all’unità di consumo del cliente finale (persona fisica o giuridica).

Potrà garantire l’accesso alle seguenti esenzioni:

  • E.E autoconsumata non sarà sottoposta ai corrispettivi tariffari di trasmissione e distribuzione, a quelli di dispacciamento e a quelli a copertura degli oneri generali di sistema, che saranno applicati solo all’energia elettrica prelevata dalla rete;
  • i rapporti intercorrenti fra il produttore e il cliente finale presenti all’interno di un sistema semplice di produzione e consumo e aventi ad oggetto l’energia elettrica prodotta e consumata che non transita attraverso la rete pubblica, non sono oggetto di regolazione da parte dell’Autorità e vengono lasciati alla libera contrattazione fra le parti.

Esempio di configurazione di approvvigionamento energetico 1:1

seu

All’interno di un determinato sito di proprietà o nella piena disponibilità di un consumatore finale, è presente un’officina elettrica di produzione che alimenta direttamente l’unità di consumo del medesimo consumatore finale mediante connessione interna (senza che l’elettricità prodotta e direttamente consumata nel sito transiti per la rete), non escludendo la cessione degli esuberi e la possibilità dell’acquisto di energia elettrica d’integrazione.

Erogazione e accesso al servizio

Come stabilito nell’art. 10 (Erogazione del servizio di misura per l’energia elettrica prodotta, immessa, prelevata e consumata per un ASSPC), ai fini della corretta erogazione dei servizi di trasmissione, distribuzione, vendita e dispacciamento è necessario disporre dei soli dati relativi all’energia elettrica immessa nella rete pubblica e prelevata dalla rete pubblica.

Per quanto concerne, invece, i profili contrattuali per l’accesso ai servizi di trasporto, dispacciamento e vendita dell’energia elettrica immessa e prelevata per un ASSPC (art. 11, comma 4): qualora il cliente finale presente nell’ASSPC non coincida con il produttore presente all’interno del predetto ASSPC, tali due soggetti possono liberamente optare per uno tra i seguenti rapporti contrattuali:

  1. Gestione separata dei rapporti contrattuali: il cliente finale gestisce in proprio i contratti di prelievo di E.E. dalla rete; il produttore gestisce in proprio i contratti di relativi alle immissioni di E.E. in rete.
  2. Gestione congiunta dei rapporti contrattuali da parte del cliente finale: il cliente finale sottoscrive i contratti di trasporto, di dispacciamento e di compravendita dell’energia elettrica immessa in rete e prelevata direttamente o tramite un grossista; nel caso dell’energia immessa in rete il cliente finale necessita di un mandato senza rappresentanza rilasciato dal produttore.
  3. Gestione congiunta dei rapporti contrattuali da parte del produttore: il produttore gestisce nei confronti del sistema elettrico i contratti di trasporto, di dispacciamento e di compravendita dell’energia elettrica immessa in rete e prelevata direttamente o tramite un grossista; per l’energia prelevata dalla rete è necessario un mandato senza rappresentanza rilasciato dal cliente finale.
  4. Gestione congiunta dei rapporti contrattuali da parte di un soggetto terzo: un soggetto terzo gestisce nei confronti del sistema elettrico sia i contratti di prelievo dalla rete che di immissione in rete; il cliente finale e il produttore devono conferire al terzo mandato senza rappresentanza, rispettivamente, per l’energia elettrica prelevata dalla rete e per quella immessa in rete.

In ogni caso, indipendentemente dai rapporti contrattuali scelti, l’energia elettrica prodotta e istantaneamente consumata, non transitando nella rete pubblica, è regolata esclusivamente nell’ambito di un contratto privato tra produttore e cliente finale. Inoltre, il POD del punto di connessione con la rete rimane sempre intestato al Cliente finale consumatore.

seu

SCOPRI LA SOLUZIONE 4ENERGY E CONTATTACI PER UNA CONSULENZA SENZA IMPEGNO.

4Energy
0 Comments